Our Blog

Latest News

Perché le PMI dovrebbero investire nel digitale

La comunicazione digitale

La comunicazione digitale può essere definita come l’insieme delle attività di creazione e diffusione dei contenuti – sia testuali che multimediali – attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Stando ai dati del Rapporto sulla Conoscenza 2018 (Istat), attualmente solo 7 imprese italiane su 10 dispongono di un sito web e solo 4 su 10 utilizzano almeno una piattaforma social per obiettivi di interazione, acquisizione e fidelizzazione.

Il problema della scarsa presenza online riguarda, com’è intuibile, soprattutto le PMI. I piccoli imprenditori infatti difficilmente riescono a sfruttare a pieno le potenzialità delle nuove tecnologie, a causa sia della minor disponibilità di risorse umane e finanziarie, sia del persistere di una cultura imprenditoriale che ancora fatica a comprendere il ruolo del cliente-utente moderno e a riconoscere i vantaggi ottenibili da una gestione strategica degli strumenti web 2.0.

La maggior parte delle PMI continua a investire quasi unicamente nei canali tradizionali, una strategia che non paga se consideriamo che l’83% delle aziende italiane fallite nel 2013 non era sul Web.

Perché è importante la comunicazione digitale?

I dati sopracitati risultano ancora più sconfortanti se messi in relazione con quelli presentati nel report Digital Italia 2018, realizzato da We Are Social in collaborazione con Hootsuite: il 73% degli italiani naviga frequentemente su Internet, il 57% è attivo sui social media e l’online si trova al secondo posto nella lista dei canali pubblicitari che spingono gli utenti ad acquistare un dato prodotto o servizio (preceduto solo dalla televisione).

Ne deriva che per le imprese essere presenti su Internet non è più solo un’opportunità, ma una necessità. E non è più nemmeno sufficiente essere presenti: bisogna essere visibili, cioè strutturare un approccio Inbound che porti alla creazione di contenuti mirati in grado di intercettare l’interesse di un determinato pubblico di potenziali clienti. In questo modo, sarà l’utente interessato a contattare l’azienda, non viceversa.

Investire nella comunicazione digitale – che avvenga tramite sito web, marketplace o social network – porta quindi enormi vantaggi alle aziende, PMI incluse.

8 motivi per cui le PMI dovrebbero investire nella comunicazione digitale

Vediamo gli 8 principali vantaggi che le PMI possono trarre dall’implementazione di un’efficace strategia di comunicazione digitale:

1. Brand awareness: sfruttare strategicamente e sinergicamente i canali digitali ti permette di potenziare la visibilità online e la brand awareness della tua azienda. In questo modo essa sarà la prima alternativa che verrà in mente a quella fetta di consumatori interessati al prodotto o servizio offerto

2. Maggiore competitività: molti dei tuoi competitor probabilmente non hanno né un sito web né un profilo sui principali social network. Se inizi a comunicare online prima di loro potrai raggiungere più clienti potenziali, incrementando le opportunità di business e guadagnando un importante vantaggio competitivo.

3. Presenza multichannel e cross-device: gli utenti cercano informazioni usando dispositivi e canali differenti. È quindi necessario definire una strategia digitale che tenga conto delle caratteristiche dei diversi canali utilizzati dall’utente e del suo customer journey. Va inoltre ricordato che un sito web genera spesso benefici anche per i canali offline.

4. Migliore profilazione: il Web mette a disposizione delle imprese una quantità maggiore di strumenti per la profilazione dell’utenza che consentono di creare offerte e contenuti mirati e di comunicarli all’utente giusto nel momento giusto.

5. Ottimizzazione dei costi: profilare correttamente ti permette di focalizzare le risorse su un target specifico che porterà risultati concreti, evitando spese inutili. Inoltre, la pubblicità sul web è spesso più economica di quella realizzata tramite i canali tradizionali.

6.Opportunità di business globale: il web abbatte le barriere spaziali e temporali. Una presenza strategica sul web ti permette di far conoscere la tua azienda anche all’estero (a questo proposito si consiglia di tradurre e indicizzare il sito web in almeno una lingua straniera). Così potrai ampliare il tuo portafoglio clienti e dar vita, se lo desideri, a un progetto di internazionalizzazione.

7. Interazione: grazie ai media digitali potrai interagire direttamente con gli utenti in modo amichevole e informale. Questo ti permetterà di coinvolgerli nel processo di creazione dell’offerta e di fidelizzarli. Potrai inoltre sfruttare tipologie di comunicazione digitale innovative e interattive come la realtà aumentata e la grafica 3D.

8. Misurazione dei risultati: a differenza dei canali tradizionali, i canali digitali mettono a disposizione delle imprese un’infinità di tools grazie ai quali potrai ricavare dati precisi e gestire accuratamente il tuo budget, massimizzando il profitto. I dati ti aiuteranno inoltre a capire se la strategia implementata necessita di modifiche o miglioramenti.

A che punto è la tua impresa?

In base a quanto detto risulta evidente che l’imprenditore che rifiuta di investire nella comunicazione online fa un favore alla concorrenza.

Possiamo quindi concludere che la comunicazione online è essenziale per le PMI e che risulta efficace se dice al mercato in maniera chiara, trasparente e persuasiva esattamente ciò che quest’ultimo vuole sapere.

La tua impresa è presente sul Web? Oppure non ha ancora un sito e non è attiva sui social, ma credi sia giunta l’ora di proiettarla nel futuro sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie? Contattaci! Web Scriptum ti aiuterà a definire una strategia di comunicazione online su misura per la tua azienda.

 

Debora,
Web Content Editor
5 tipologie di siti web: quale scegliere?
Cosa significa fare branding? Partiamo dalle fondamenta: il logo aziendale